Coreografo Bob Fosse

Coreografo Bob Fosse

Il coreografo innovativo e pluripremiato Bob Fosse ha lasciato un segno indelebile nel mondo della danza.

Biografia

Nato nel 1927 da una famiglia di artisti, Bob Fosse ha raggiunto il palco del vaudeville in giovane età. Ha ricevuto una formazione formale da insegnanti locali e dalla scuola di ballo di Frederick Weaver. All'età di 13 anni, stava usando questa formazione come parte del duo performativo The Riff Brothers. Dopo essersi diplomato, è entrato in Marina, promuovendo il suo mestiere mentre serviva il suo paese in un'unità di intrattenimento.

Dopo la seconda guerra mondiale, Fosse ha seguito corsi di recitazione e ha continuato a lavorare come interprete, apparendo a Broadway e nel cinema. Tuttavia, quando non ha mai avuto un grande successo nei film, è tornato alle sue radici. Il suo momento di svolta come coreografo arrivò nel 1954, quando gli venne offerta la possibilità di lavorare Il gioco del pigiama.

Fosse ha incontrato la sua futura terza moglie, Gwen Verdon, sul set di Dannati Yankees, il suo prossimo musical. È stata scritturata come la famosa Lola in "Qualunque cosa voglia Lola, Lola Gets" ed è rimasto così colpito dal suo stile che l'ha scelta in due delle sue prossime produzioni. Si sono sposati nel 1960 e ha creato il ruolo principale in Carità dolce soprattutto per lei.

Alla fine della sua carriera, il coreografo Bob Fosse aveva ottenuto otto Tony Awards per il suo lavoro nei musical. Tuttavia, il suo programma di lavoro continuo e il fumo, il bere e le droghe alla fine lo hanno raggiunto sotto forma di problemi cardiaci negli anni '70. Nel 1979, ha creato il film semi-autobiografico Tutto quel jazz, in cui il personaggio principale muore dai suoi problemi cardiaci. Nonostante abbia ridotto alcuni dei suoi ben noti eccessi, Fosse è morto per un attacco cardiaco nel 1987 all'età di 60 anni.

Signature Style del coreografo Bob Fosse

Oltre alla sua più tradizionale educazione alla danza, Fosse ha avuto un'esperienza di prima mano con lo stile burlesco della danza, e questo ha informato gran parte della sua coreografia. Una delle sue prime creazioni di danza, coreografata all'età di 15 anni, era una suggestiva discoteca con ragazze che indossavano piume di struzzo. Questo primo momento allude al più ampio filo di sensualità che attraverserebbe tutto il suo lavoro. Tuttavia, il suo lavoro non è puramente burlesco. È la sua unica fusione che si traduce in movimenti di jazz fresco.

Costumi tipici in un numero di Fosse comprendevano cappelli a bombetta – spesso inclinati, gilet, guanti bianchi e calze a rete o pantaloni neri. Le donne in un numero di Fosse spesso trasudano sessualità, attraverso una combinazione di costumi e movimenti attentamente pianificati.

Mentre molti ballerini si sforzano di creare linee lunghe e snelle, Fosse preferisce gli angoli. Ciò potrebbe essere ottenuto con un ginocchio ribaltato o un'anca sporgente. I movimenti isolati sono un altro tratto distintivo dello stile Fosse. I ballerini potrebbero muovere solo una mano, poi solo una spalla. Scattare le dita è un altro elemento di ballo comune. I fianchi e le spalle rotolanti e un'impressione "impettita" complessiva hanno avvolto il tocco fresco e moderno del suo lavoro.

Il suo lavoro

Alcuni dei musical più famosi di Fosse includono:

  • Dannati Yankees
  • Il gioco del pigiama
  • Carità dolce
  • Renetta
  • Liza
  • Chicago
  • Ballando\’

Ha coreografato sia la versione di Broadway che quella di diversi musical e ha anche coreografato la produzione cinematografica del 1972 di Cabaret. Il suo lavoro in questo film gli è valso l'Oscar per il miglior regista. Infatti, nel 1973, l'anno in cui fu presentato l'Oscar, vinse anche un Tony per il suo lavoro Renetta e un Emmy per la sua direzione dello speciale Liza Minnelli Liza con una Z, rendendolo l'unico regista a vincere tutti e tre questi premi dell'industria dell'intrattenimento nello stesso anno.

Fosse a Broadway

La coreografia di Bob Fosse è così iconica che è stato onorato con una rivista musicale di Broadway che presenta il suo lavoro. fossato include 30 creazioni di firma del coreografo su tre atti, tra cui "Steam Heat" da Il gioco del pigiama, "Big Spender" da Carità dolce e "Razzle Dazzle" da Chicago. Ha vinto il Tony Award 1999 come miglior musical.

Guarda il video: Is This Love – Bob Marley & The Wailers (Coreografia). Canal DanceToDanceOficial

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading...
Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: